Follow by Email

sabato 14 febbraio 2009

Stasera non ho canzoni da dedicarvi















Sono tornata a casetta, ma solo per una settimana. Venerdì ho viaggiato dalle 7,30 di mattina fino le 18,30: nationalexpress (Leeds-Londra) A6 (Londra-Stansed) e Stansed-Milano. Tutto per il risparmio, anche se il ritorno farò Milano-Manchester e Manchester-Leeds con il coach
Beh, diciamo che ho risparmiato un sacco. I voli diretti costano intorno i 230,00 euro solo andata, e con il mio sistema ho pagato circa £20,00 il coach Leeds-Londra, £10,00 l'A6 (navetta Londra-Stansed Airport) e  56,00 euro il volo Londra-Milano. Per il ritorno mi sono invece lasciata consigliare un Milano-Manchester, 58,00 euro, più il treno (£21,00) che collega Manchester con Leeds. Ancora i famigerati voli a 5,00 euro li devo vedere, però è effettivamente facile ed economico spostarsi al giorno d'oggi.

Ieri sera sono andata in un pub con Steven e Allie. Entrambi americani, lui non ho ancora capito, mi pare sia dell'Ohio, lei invece della California. Sono contenta di uscire con loro, almeno posso allenare nel miglior modo il mio quotidiano listening, anche se all'inizio pensavo che mi chiamassero per senso di pietà. Il pub era un po' fuori della solita portata, ma comunque vicino. Si va per la periferia, così si vede il vero suburb, e pensare che Leeds è tutta così. Le case sono tutte piccole e basse e per certi versi è impressionante vederne tante allungarsi per una certa area. C'è un piccolo campo da attraversare, qualche lampione, poi si arriva ad una stazione di benzina. Mi sembrava tutto molto americano, mi sentivo correre tra le pagine di Carver e le sue strade fatte di niente, piccoli giardini, più o meno trascurati e benzinai. Appunto. E sempre al buio.
Qui a Leeds sono tutti più piccoli di me, la media dei miei amici è 22, 23 anni. Io ne compio 26 il 6 Marzo ed è per me già un piccolo trauma. Però la differenza non si sente (forse perché sono io in minore) e tutti spalancano gli occhi quando dico la mia età perché mi danno tutti o quasi poco più che una diciannovenne. Come quando vado all'ospedale e i gli infermieri mi chiedono se sono maggiorenne. 
Comunque, Steven mi stava dicendo, un po' spavaldino, che ogni tanto fuma; io ovviamente l'ho sgridato. Gli ho detto che prima di smettere ho fumato per circa sei anni una media di 15 sigarette al giorno. Vedo lo shock di tutti. Poi mi accorgo che forse il mio fifteen aveva le sue estremità un po' troppo brevi. Brevi quanto un fifty.

2 commenti:

  1. CATEEEE! il 19 faccio festa do widzenia/Arrivederci
    quindi ci seeeei??!?
    derek

    RispondiElimina
  2. Caspita!!! Parto proprio quel giorno il 19 accidenti!!!
    E' il tuo compleanno? Nel caso AUGURI!!!! Dai un bacio a tutti da parte mia!!

    RispondiElimina